Libri · Recensioni

Recensione: “La Storia di una Bottega” di Amy Levy.

Ciao a tutti! Torna l’autunno e tornano tra le mie letture gli immancabili romanzi vittoriani. Ormai quelli più famosi li ho letti quasi tutti e quindi non mi è rimasto che andare alla scoperta di storie un po’ meno conosciute.
Diversi mesi (o forse anni?) fa ero incappata in questo romanzo (pubblicato dalla casa editrice Jo March) ma non so perché non mi ero mai soffermata a leggere la trama.
L’ho riscoperto qualche settimana fa ed essendo appassionata di fotografia non potevo perdermi la storia di quattro sorelle che ereditano uno studio fotografico, quindi mi sono buttata in questa avventura che inaugura la stagione delle mie letture autunnali!

La trama: Nella Londra di fine Ottocento, le giovani sorelle Lorimer perdono improvvisamente il padre e finiscono sul lastrico. Rifiutandosi di accettare un destino che le vedrebbe divise tra i vari familiari che si sono offerti di dar loro ospitalità e protezione, scelgono di restare insieme e di sopravvivere con le loro forze: fra lo sgomento generale, si trasferiscono nell’affollata e viva Baker Street, nel centro di Londra, e aprono una bottega di fotografia. Lacerate dai dubbi, sballottate dai colpi della fortuna, eppure appassionate e tenaci, Gertrude, Lucy, Phyllis e Fanny cercano di resistere alle privazioni e di conquistarsi uno spazio nella società, difendendo un’indipendenza per nulla scontata nella tarda età vittoriana. Nel 1888, Amy Levy realizza un originale e raffinato ritratto di donne emancipate e moderne, utilizzando una metafora assolutamente calzante, quella della tecnica fotografica. Come la fotografia imprime, con leggi e codici del tutto nuovi, la realtà, stravolgendo per sempre l’arte e il concetto di immagine; nella stessa misura, le quattro protagoniste rivolgono uno sguardo più genuino alla vita, incarnando una donna, al contempo idealista e concreta, che annuncia il mutamento rapido e inarrestabile della condizione femminile alle porte del ventesimo secolo.

La Storia di una Bottega è l’avventura di quattro sorelle che decidono di scegliere uno stile di vita diverso e alternativo a quello che sarebbe spettato a delle ragazze orfane di fine Ottocento: rincorrendo un ideale di libertà ed indipendenza dalla famiglia decidono di fare tesoro della loro eredità e aprire un’attività nella celeberrima Baker Street.
Anziché sposarsi o andare a vivere a casa dei parenti, le sorelle Lorimer inaugurano uno studio fotografico, iniziando così l’avventura in una Londra di fine Ottocento, una città proiettata nel futuro tanto quanto ancora legata alla rigida vita vittoriana.
I primi capitoli del romanzo sono infatti un susseguirsi di scontri tra le sorelle che vogliono dichiararsi indipendenti e la famiglia, legata alla tradizione, che le vorrebbe sposate o sistemate in ben altra maniera.
Con le unghie e con i denti, le ragazze si fanno strada nel panorama artistico londinese, ricevendo commissioni e lavorando instancabilmente per conquistare la loro indipendenza. Purtroppo questa spinta innovativa si esaurisce a circa metà del romanzo, quando la storia rientra lentamente nei canoni del romanzo vittoriano, concludendosi nella maniera più classica.

Questo non sminuisce però il romanzo che acquista valore grazie al lavoro di traduzione che  la casa editrice Jo March ci regala ogni volta, oltre a curare meticolosamente il passaggio dall’inglese all’italiano, quasi ogni pagina è corredata da note, approfondimenti e curiosità sia legati al romanzo in sé che anche di carattere storico e culturale, permettendoci di immergersi appieno non solo nel romanzo ma nel contesto e nel clima in cui è ambientato il romanzo.
La Storia di una Bottega, di Amy Levy, resta un piccolo tesoro da riscoprire, capace di darci un diverso e originale, punto di vista sulla Londra vittoriana.

la storia di una bottega copertina

Annunci

One thought on “Recensione: “La Storia di una Bottega” di Amy Levy.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...