Recensione: “Il Mondo Nuovo – Ritorno al Mondo Nuovo” di Aldous Huxley.

Ciao a tutti! Come state? La recensione di questa settimana è di un classico della letteratura inglese Il Mondo Nuovo – Ritorno al Mondo Nuovo di Aldous Huxley.Da appassionata di fantascienza, avevo questo libro nella to-be-read list da secoli e l’avevo iniziato anche un paio di volte senza mai proseguire oltre le prime pagine.

Il Mondo Nuovo è un romanzo di Aldous Huxley scritto nel 1932, in Italia è pubblicato dalla Mondadori nella collana dei Classici. Ritorno al Mondo Nuovo è una pubblicazione del 1958 dove l’autore ritorna, sotto forma di saggio, ad analizzare come, a vent’anni dalla pubblicazione del primo libro, il mondo sia cambiato e quante di quelle previsioni che lui aveva fatto si fossero avverate.
Aldous Huxley ci introduce al mondo nuovo partendo dalla creazione dell’essere umano, siamo infatti nel futuro e la procreazione naturale è stata quasi del tutto abbandonata a favore di una procreazione totalmente realizzata in laboratorio.
Questo ovviamente fornisce l’opportunità di controllare ogni aspetto dell’individuo che verrà creato, non solo l’aspetto fisico ma anche la vita, attraverso la collocazione in gruppi predefiniti e adibiti a svolgere determinate mansioni, con determinati gusti e attitudini.

La capacità di autodeterminarsi è inesistente, tramite l’ipnopedia, gli esseri umani vengono sottoposti all’ascolto continuo durante il sonno di determinate frasi che, a lungo andare, prenderanno come verità assolute.
Quello che è più sconcertante di questi individui è che sono tutti straordinariamente felici, nel Mondo Nuovo di Huxley nessuno si ammala, non ci sono guerre e si muore solo di vecchiaia, c’è una droga il “Soma”, che risolve qualsiasi problema di infelicità.
Gli abitanti del Mondo Nuovo hanno un solo credo, Henry Ford, l’inventore, guarda caso, della catena di montaggio.

Nella seconda parte del volume, Ritorno al Mondo Nuovo, Aldous Huxley ci propone una riflessione, sottoforma di saggio su quanto aveva scritto vent’anni prima, focalizzando l’attenzione su quanto, di quello che aveva previsto si è già realizzato.
Huxley affronta diversi temi: libertà dell’individuo, di parola e di pensiero, sovrappopolazione, progresso tecnologico e scientifico, fino all’avanzata dei regimi totalitari.
Ritorno al Mondo Nuovo si chiude con una riflessione che guarda al futuro e a quello che potremmo fare per salvaguardare qualcosa che forse diamo un po’ troppo per scontato:  la nostra libertà.

Per adesso qualche libertà resta ancora nel mondo. Molti giovani, è vero, sembrano non darle valore. Ma alcuni di noi credono che senza libertà le creature umane non saranno mai pienamente umane e che pertanto la libertà è un valore supremo. Può darsi che le forze opposte alla libertà siano troppo possenti e che non si potrà resistere a lungo. Ma è pur sempre nostro dovere fare il possibile per resistere.

 

Il Mondo Nuovo – Ritorno al Mondo Nuovo è sicuramente un’opera che fa riflettere su tantissimi temi che al giorno d’oggi rimangono attuali. Ho trovato però la prima parte un po’ debole a livello di trama, è molto interessante l’inizio, con la descrizione del procedimento per creare un essere umano, successivamente però ho iniziato a perdere un po’ l’interesse nei confronti della storia e dei personaggi, complice la traduzione ormai datata.
In conclusione è un libro che vi consiglio se vi piace leggere libri che danno spunti di riflessione, per me si è rivelato non essere la mia cup of tea perché non sono particolarmente appassionata di distopie anche se l’ho trovato molto interessante e ricco appunto di spunti di riflessione.

Voi lo avete letto? Fatemi sapere cosa ne pensate nei commenti!

Annunci

2 pensieri riguardo “Recensione: “Il Mondo Nuovo – Ritorno al Mondo Nuovo” di Aldous Huxley.

  1. Quello che scrivi è molto interessante!

    Huxley l’avevo studiato a scuola, ricordo che avevamo letto dei brani tratti da “Il Mondo Nuovo” durante il nostro percorso sulla letteratura inglese distopica: avevamo affrontato questo, “1984” e “Il Signore delle Mosche”. Gli altri due li ho letti e mi sono piaciuti davvero molto, “Il Mondo Nuovo” e “Ritorno al Mondo Nuovo” è lì che mi aspetta tra gli scaffali della mia libreria, sicuramente appena verrà il momento giusto lo affronterò (finalmente) anche io!

    Marta

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.